George, Brioche e William

21 Gennaio 2022
21 Gennaio 2022 Susy Simonetto

Originaria dalla Scozia questa razza di cane ha caratteristiche molto forti, sono cani che anticamente venivano impiegati per stanare gli animali intrusi delle fattorie, come tassi e volpi e che, nonostante la piccola mole sono molto resistenti, muscolosi e veloci.

I tre piccoli birbanti che ho fotografato hanno età e caratteri molto diversi tra loro:

George (il più anziano) mi ha accolta fin da subito a casa sua con molta serenità, Brioche, la principessina, si è timidamente palesata alla porta, mentre William, il giovanotto, ha subito preso di mira i miei calzini imbottiti (forse pensando che fossero topi?), ma tutti e tre si sono dimostrati degli ottimi modelli davanti all’obiettivo.

Quando Mauro e Daniela mi hanno contattata mi hanno raccontato il loro desiderio di poter avere un ricordo fotografico dell’intera famiglia. Il capostipite George, infatti, ha i suoi anni ed i suoi primi acciacchi e quindi abbiamo deciso di optare per un servizio combinato.
I pelosetti sono stati toelettati per bene, nel loro caso si parla di “strippatura”, una tecnica utilizzata per tutte le razze Terrier e ovviamente anche Daniela e Mauro hanno dovuto prepararsi per l’occasione. Ho potuto dare dei consigli sugli abbinamenti nell’abbigliamento, optando per colori neutri con un tocco di colore in più per Daniela mantenendo uno stile ed un’eleganza dal gusto Inglese.

I Ritratti InDoor

Le prime fotografie le abbiamo fatte nell’ambiente domestico, utilizzando gli spazi del salotto, gli appollaiamenti delle scale ed il verde del giardino, giocando assieme ai cagnolini con corde e pupazzi per mantenere la loro attenzione. In questo caso è di vitale importanza utilizzare tempi di scatto molto brevi per riuscire a cogliere il movimento e “frizzarlo” nell’immagine.

La Fotografia OutDoor

Per la seconda parte del servizio fotografico siamo usciti per una piccola scampagnata in un luogo a loro conosciuto, dove i cani si trovano a loro agio e sono abituati a frequentare quotidianamente.
In questo parco i più giovani si sono scatenati correndo all’impazzata, mentre il più saggio George ha fatto la sua ronda calma e paziente. In questo ambiente, ampio e aperto ho optato per uno zoom molto spinto (70-300mm) che mi permettesse di avvicinarmi ai soggetti senza interferire con il loro da fare. In questo modo i cani, liberi di correre e annusare in giro, non sentivano la mia presenza e si sono dimostrati molto naturali negli scatti fotografici che ho realizzato.

Quando tutti e tre i pelosetti avevano finito il loro compito di pattuglia ci siamo sistemati al centro della radura per il ritratto di famiglia. Per cogliere l’atmosfera del momento, e cercare di racchiudere in un singolo ritratto tutto l’amore che c’è tra cani e padroni ho deciso di scegliere una focale fissa, l’obiettivo è un 35mm e la resa è davvero straordinaria perché, come in questo caso, tutta la profondità dei neri e dei toni scuri, nonché le luci, si esaltano e diventano tridimensionali.

Dopo aver presentato l’anteprima degli scatti e la mia selezione ho lasciato Daniela e Mauro decidere quali fotografie andare a lavorare ulteriormente per l’image enhancement ed il risultato finale è sicuramente una storia bellissima.

Come sempre, ringrazio anche questa splendida famiglia che ha scelto di affidarsi a Zampette.click per un ricordo sempiterno che porteranno nel cuore.

, , ,